Come scegliere la macchina giusta

Molte di voi avranno a disposizione la macchina della madre o della nonna per muovere i primi passi nel mondo del cucito. Ma per chi non ha avuto questa fortuna le cose si complicano. Spesso comprare la prima macchina è l’ostacolo più grande per iniziare a cucire. Si tratta di un certo investimento e poche sanno in anticipo se varrà la pena, se la utilizzeranno poco o molto. Alcune faranno dei calcoli del tipo “quanto mi posso risparmiare se gli orli li faccio da sola”, altre partiranno certe che i soldi saranno ben spese. Ma moltissime non supereranno mai questo ostacolo e io lo trovo un vero peccato. Personalmente all’inizio ho optato per una macchina meccanica usata (mi sembra di aver speso ca. € 50) senza nemmeno il libretto di istruzioni, ma ben presto ho cambiato. Ciononostante non posso dire che è stato un errore. Semplicemente non ero pronta ad investire senza fare una “prova generale”. Quindi il mio suggerimento personale non può che essere: qualsiasi scelta fatta è sicuramente meglio che rinunciare del tutto e quindi non scoprire mai se il cucito fa per voi.

Ed ecco la parola a chi ne capisce molto più di me. Ho letto diversi articoli sulla scelta della prima macchina da cucire e questo è il risultato:

Ovviamente non posso non iniziare con un articolo di Cucicucicoo che parla di questo argomento. Lisa prima di tutto sottolinea l’importanza di acquistare la prima macchina da un rivenditore perché conoscono i prodotti, sanno spiegare le differenze, fanno provare le macchine e offrono delle dimostrazioni delle funzioni base spesso incluso nel prezzo. Secondo lei conviene puntare su una macchina nuova: per quelle usate, specialmente se vecchie, spesso non esiste più un adeguata assistenza tecnica e probabilmente hanno poche funzioni. In ogni caso sottolinea l’importanza di avere il libretto di istruzione che torna molto utile. Il suo consiglio per quanto riguarda la marca è di provare diverse, ma consiglia di non orientarsi proprio sulle macchine da cucire a costo bassissimo, quindi di spendere da € 200 in su. Per principianti sconsiglia quelle industriali perché poco versatili e suggerisce le macchine a braccio libero. Questo rende più facile orlare pantaloni e si sposta più facilmente. Tre punti sono fondamentali (dritto, zigzag ed elastico) e anche la retromarcia. Tra una elettrica e una meccanica consiglia (ovviamente considerando il budget personale) una elettrica base. I piedini che dovrebbero essere inclusi sono quelli per lo zigzag, le cerniere e l’asolatore, ma se mancano si possono acquistare anche a parte ad un costo contenuto.

Doria nel suo articolo “10 consigli per comprare una buona macchina da cucire” su unideanellemani.it aggiunge alcuni suggerimenti interessanti. Lei consiglia per esempio di farsi accompagnare e consigliare da qualcuno che sa cucire. Poi elenca una serie di caratteristiche che secondo lei dovrebbe avere: robusta, fare il punto zigzag e ovviamente dritto, avere il avvolgifilo e un buon trasporto, la possibilità di regolare la tensione e possibilmente un punto elastico. Detto così sembra tanta roba ma vi assicuro che si tratta di caratteristiche base che hanno il 95% delle macchine nuove. Secondo Doria il prezzo giusto da spendere per la prima macchina dovrebbe essere tra 200 e 400 euro. Anche Doria non consiglia una marca specifica ma consiglia di valutare l’assistenza che viene offerta. Anche lei suggerisce di rivolgersi ad un rivenditore e di comprare in rete solo nel caso in cui si hanno già le idee molto chiare.

Sul sito cucireamacchina.com in un articolo ho poi trovato una interessante differenziazione in base a quello che vogliamo cucire: a chi interessa il cucito creativo potrebbero interessare altri punti e piedini rispetto a chi vuole realizzare riparazioni o lavori sartoriali. Un importante suggerimento è poi quello di scegliere piuttosto una macchina con la struttura interna in metallo e non in plastica, specialmente se provvediamo di usarla parecchio. Anche questo articolo prevede una spesa che va dai 200 ai 300 euro e suggerisce di acquistare in un negozio specializzato.

Ho consultato molti altri siti che però non aggiungono molto a quello scritto nei siti citati. Qui comunque alcuni ulteriori link per chi di voi vuole approfondire ulteriormente:

Ecco, direi che adesso avete tutte le informazioni a disposizione per fare la vostra scelta. Vi metto il link di un ultimo articolo  di “Gli intrecci di Ivan” che riguarda una macchina da cucire Singer che periodicamente viene venduta ad un prezzo interessante dalla catena di supermercati Lidl. Io l’ho acquistata ma non essendo io un esperta ecco dove leggere una recensione più affidabile. Come sempre sarei contenta di leggere i vostri commenti e suggerimenti.

A presto Cuciamiche!

8 risposte a "Come scegliere la macchina giusta"

Add yours

  1. Anche io quando comprai la mia macchina da cucire feci affidamento ai consigli di Cucicucicoo. Sono andata dai rivenditori della mia città e l’ho acquistata da quello che mi è sembrato più affidabile in termini di assistenza alla macchina. Ho scelto una macchina meccanica perchè mi è sembrata più adatta al tipo di lavoro che intendevo fare io (riparazioni sartoriali e piccoli lavoretti). Quelle elettriche mi sembravano più complesse da utilizzare perciò da principiantissima ho scelto una meccanica.

    Ti seguo con grande piacere!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Maggie, grazie mille per il tuo commento e per averci raccontato la tua esperienza. Cucicucicoo è davvero una risorsa preziosa, specialmente per chi è alle prime armi. Sei tutt’ora soddisfatta della scelta fatta?

      Mi piace

      1. Sinceramente sì, anche se ultimamente il tempo da dedicare a questo hobby è stato pochissimo. Conto di riprenderlo in autunno, ho qualche progetto in mente. Inoltre sono in dolce attesa e sicuramente dovrò adattare qualche capo alle mie nuove forme 🙂

        Piace a 1 persona

      2. 😀 Dai!! Congratulazioni! Allora si che ti potrebbe tornare utile riprendere. Dovrei avere dei tutorial anche su quello! 😂 Inoltre io in primavera ho trasformato tutte le magliette maniche lunghe e tutti i pantaloni lunghi per il nido in corti, così Emma le ha portate anche tutto l’estate. 😉

        Piace a 1 persona

  2. Ciao Nadi! Mi sono avvicinata al cucito a gennaio di quest’anno e finora ho usato una vecchia macchina da cucire di mia mamma. Ne usiamo una in due, praticamente. Per ora non ho fatto molti lavoretti, ma ho deciso di iscrivermi ad un nuovo corso che partirà ad ottobre, quindi credo proprio che presto acquisterò una macchina tutta mia 🙂
    Grazie per il tuo articolo e per l’idea che sta dietro questo blog!
    A presto,
    Valeria

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Milena crea

... fatto a mano con il cuore!

Cucire a Macchina

Cucire - da principiante a principianti

produzionimproprie

Blog di cucito alternativo e militante

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: